Rimosso il monsignore che lottava contro la corruzione in Vaticano

Non era mai successo che dall’interno della Chiesa un prelato denunciasse uno scandalo con una lettera al Papa. Lo ha fatto Mons. Carlo Maria Viganò che per questo è stato allontanato da Roma.

Da Il Journal.it – 26/1

Scandalo in Vaticano. L’accusa che viene dall’interno stesso del governo della Chiesa di Roma, è corruzione. Ieri sera nella puntata de “Gli Intoccabili” , La 7 ha mandato in onda lo scoop di Gianluigi Nuzzi che ha alzato il sipario sull’ennesima situazione inquietante del governo della Santa Sede.
Il servizio ha rivelato la denuncia di monsignor Carlo Maria Viganò, incaricato nell’estate del 2009, direttamente dal Santo Padre, di controllare tutti gli appalti e le forniture del Vaticano, dal Governatorato della Santa Sede, il Ministero dell’Economia della chiesa.
La sua opera di “pulizia” però è diventata presto ingombrante e Monsignor Viganò è stato rimosso dall’incarico a novembre: nunzio apostolico a Washington negli Stati Uniti.
Ha cercato anche, il monsignore, di scrivere direttamente al Papa , ma inutilmente: «Beatissimo Padre, un mio trasferimento in questo momento provocherebbe smarrimento e scoramento in quanti hanno creduto fosse possibile risanare tante situazioni di corruzione e prevaricazione da tempo radicate nella gestione delle diverse Direzioni”. Comincia così la lettera dello scorso 27 marzo nella quale Viganò racconta, per esempio, che in Vaticano opera una cordata di fornitori che non fanno praticamente gare: dentro le mura dello Stato della Chiesa lavorano sempre le stesse ditte, a costi doppi rispetto all’esterno anche perché non esiste alcuna trasparenza nella gestione degli appalti di edilizia e impiantistica.
Ma c’è anche, e questo è altrettanto clamoroso, una situazione finanziaria al limite del collasso: le casse del governatorato subiscono perdite del 50-60%. “Per tamponarla – spiega Viganò – la gestione dei fondi è stata affidata a un comitato finanza e gestione composto da alcuni grandi banchieri, i quali sono risultati fare più il loro interesse che i nostri”.
Oggi è attesa una replica del Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario dello Stato del Vaticano, il diretto superiore di Viganò. Prima del Papa ovviamente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...