L'”evoluzione” di Obama

Molti hanno parlato di mossa strategica, commentando l’intervista con cui il presidente statunitense Barack Obama ha dichiarato

“nel corso degli anni ho potuto parlare e conoscere gente del mio staff con partner dello stesso sesso, che ha cresciuto i figli insieme. Quando penso ai nostri soldati, ai nostri aviatori, ai nostri marinai che hanno dovuto lottare tanto per i loro diritti. Sì, a un certo punto ho consluso che per me personalmente è importante andare avanti e affermare che le coppie dello stesso sesso hanno il diritto di sposarsi”.

Hanno dimenticato, forse, che questa presa di posizione rischia di costare cara al presidente perché, come riporta Repubblica,

un conto è il cuore e un conto è la politica. Dal 1998 a oggi per 32 volte gli americani sono andati al voto per pronunciarsi con un sì o un no sui matrimoni gay: e per 32 volte gli omosessuali hanno perso. Anche negli Stati considerati considerati più progressisti: California, Oregon, Delaware. E questo malgrado la maggioranza degli americani si dichiari a favore: il 47 per cento contro il 43.

Da decenni la politica statunitense si scontra sui diritti degli omosessuali: probabilmente è il paese in cui il tema è all’ordine del giorno da più tempo; certo, Obama è il primo presidente statunitense a prendere una posizione netta a favore della parità di diritti per le coppie gay, ma è difficile pensare che quella che lui stesso ha definito un'”evoluzione” del suo pensiero nasca da calcoli elettorali; oltre ad essere un’affermazione scomoda, infatti, quella di Obama è anche una dichiarazione di portata storica, come evidenzia, sempre dalle colonne di Repubblica, Vittorio Zucconi.

Annunci

One thought on “L'”evoluzione” di Obama

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...