Il diritto negato

Che in un capoluogo come Bari gli obiettori di coscienza possano essere talmente tanti da far sì che sia quasi impossibile abortire dovrebbe farci pensare.

L’interruzione volontaria di gravidanza (ivg) è un diritto previsto e rigidamente regolato dalla legge, finché questo diritto è previsto deve anche essere garantito nella sua effettività: ad oggi, però, troppo spesso non lo è e per garantirlo inizio a credere che (fermo restando il diritto all’obiezione di coscienza dei medici) l’unico modo sia creare dei bandi ad hoc per assumere medici non obiettori e garantire così la possibilità di praticare ivg negli ospedali di tutta Italia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...