A volte, però, basterebbe un po’ di buonsenso

A proposito della discussione che ha attirato sul ministro Kyenge l’ennesima polemica, ovvero la questione dell’adeguamento dei documenti alle nuove realtà (le famiglie omogenitoriali) sostituendo sui moduli di iscrizione scolastici – come già avviene su molti documenti ufficiali in Spagna e Francia – a ‘padre’ e ‘madre’ un generico ‘genitore’, mi viene da pensare che a volte basterebbe un po’ più di buonsenso per evitare di buttarla sempre in caciara.

Perché, anziché introdurre un ‘genitore’ che suscita polemica, non si può pensare invece di inserire nei moduli la possibilità di indicare, su entrambe le righe per le firme, la doppia dicitura ‘padre/madre’ consentendo poi di cancellare l’opzione non corretta?

Così, se la coppia è eterosessuale sul modulo risulterebbero le firme di ‘madre’ e ‘padre’, e la denominazione classica ne verrebbe salvata. Allo stesso modo, se la coppia è omosessuale indicherebbe accanto alle firme ‘padre’ e ‘padre’ o ‘madre’ e ‘madre’, evitando così che uno dei genitori si veda attribuito da un banale modulo un sesso biologico che non è il suo.

Le famiglie omogenitoriali, in Italia, esistono da tempo e sono estremamente numerose: eppure, sempre a proposito di buonsenso, com’è che siamo finiti a discutere dei moduli prestampati delle scuole, quando ancora manca un riconocimento normativo alle unioni omosessuali?

Annunci

3 thoughts on “A volte, però, basterebbe un po’ di buonsenso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...