India: cristiani e musulmani ottengono riconoscimento che omosessualità è reato

La notizia è di oggi e un po’ sorprende: in India essere omosessuali è reato punibile con il carcere – fino a 10 anni. Lo ha confermato la Corte Suprema indiana, annullando una sua precedente sentenza del 2009 che diceva il contrario in quanto – dice oggi la Corte – spetta al Parlamento legiferare sul tema.

Che in Asia l’omosessualità non sia ben vista è noto, ma pensando all’India viene da chiedersi perché. L’induismo, infatti, non ha mai condannato l’omosessualità: nel 1860, però, i coloni britannici introdussero questo reato, rimasto in vigore fino ad oggi.

Degno di nota, in particolare, il fatto (segnalato da Internazionale) che il ricorso sia stato promosso non da associazioni induiste, ma da musulmani e cristiani (nonostante essi rappresentino rispettivamente solo il 13 e il 2% della popolazione indiana, che è induista all’81%): un fatto, questo, che sottolinea in modo forte l’accanimento storico e attuale di Islam e Cristianesimo nei confronti dell’omosessualità

Gay Indians

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...