L’8 per mille? Una truffa: lo pensa anche Letta!

«Abbiamo fatto oggi una scelta definitiva, sono i cittadini che decidono se dare il contributo ai partiti oppure no», chi vuole «può dare un contributo a un partito. Lo può fare attraverso il 2 per mille o con contribuzione volontaria». Il sistema «non frega il cittadino» perché «l’inoptato rimare allo Stato».

Sono queste le parole con cui il presidente del consiglio Enrico Letta ha annunciato l’entrata in vigore del 2 per mille: molti, in queste parole, hanno colto un’affermazione implicita – cioè, che l’8 per mille invece “frega il cittadino”, seguendo il ragionamento di Letta, perché il suo meccanismo (istituito dal governo Craxi nel lontano 1985) fa sì che l’inoptato (cioè l’8 per 1000 di chi non firma per nessuna destinazione) venga riassegnato alle confessioni religiose, anziché ritornare nelle casse dello Stato.

1485076_10200364813523076_1456248761_n

La conseguenza logica delle affermazioni di Letta è abbastanza evidente, e in tanti l’hanno posta in evidenza – ad esempio l’ADUC (associazione per i diritti dei consumatori e degli utenti) lo ha fatto in questa nota. Anche noi, nel nostro piccolo, vogliamo sottolineare questo scivolone di Letta, che ha detto senza volerlo quello che pensa – ma che, da buon democristiano, non dice. Chiedendo, allo stesso tempo, che si metta mano a una revisione dei patti concordatari e dell’8 per 100o da essi previsto, meccanismo che regala alla chiesa cattolica più di un miliardo di € l’anno – soldi in gran parte derivanti dall’inoptato (per approfondire, puoi leggere le nostre statistiche sull’8 per mille).

Certo, non ci nascondiamo che in questo Paese clericale, con una politica ancor più clericale, questa istanza difficilmente troverà ascolto. Ma, soprattutto in tempi di crisi, le regalie di soldi pubblici alle confessioni religiose sono inaccettabili: ed è perciò bene ribadire l’ingiustizia. L’augurio è che il tempo sia galantuomo e, in un futuro non lontano, si possa finalmente porre fine a questa “fregatura per i cittadini”.

Annunci

One thought on “L’8 per mille? Una truffa: lo pensa anche Letta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...