L’irresistibile fascino delle bufale #2

Proseguiamo la nostra avventura nel mondo degli utonti, cominciata qui, parlando di altre due bufale che stanno facendo il giro del web con tanto di commenti indignati, senza che molti verifichino se sono vere o false.

Bufala numero 3: per la chiesa si passa dall’8 al 12 per mille causa TARES

Questa bufala è di ieri: una bufala fresca fresca. Autore, ancora una volta, il “Corriere del Mattino / Giornale del Corriere”, che titola: “Legge di Stabilità – Aumenta dall’8 al 12 per Mille il contributo per la Chiesa Cattolica”.

La notizia non ha nessun fondamento e nemmeno senso, come si capisce leggendola:

bufala4

Anzitutto, in tempi di crisi un aumento dall’8 al 12 per mille dei già moltissimi soldi che lo Stato dà alla chiesa (di cui parlavamo giusto ieri) sarebbe un colpo mortale per le casse dello Stato. Inoltre, appare difficile modificare i patti Concordatari, stipulati tra Italia e Vaticano, con un atto unilaterale del Parlamento (anche nel caso che la modifica avvantaggi la controparte, come nella bufala in questione) senza che tale modifica sia preceduta da una discussione sia pubblica che fra le due parti. Terzo, la motivazione addotta sarebbe davvero ridicola: una vagonata di soldi in più per compensare un aumento della tassa sui rifiuti, che difficilmente potrebbe valere mezzo miliardo di €?

xl_02-torta-in-faccia

Ovviamente l’internauta medio non ci pensa due volte, non ragiona e quindi s’indigna e condivide. Cari internauti, prendete nota: il Giornale del Corriere, o Corriere del Mattino che dir si voglia, è un sito creato appositamente per diffondere bufale, quindi non credete né condividete nulla di ciò che dice (è per questo motivo che non mettiamo il link alla bufala).

Bufala numero 4: aboliti gli esami di Stato

La non-notizia la dà “vnews24”, un sito che non appena lo apri ti chiede di cliccare mi piace alla pagina facebook dello stesso e ti apre anche altre pagine pubblicitarie. E già questo dà l’idea della sua serietà. La bufala comincia così:

grilliani

Notare che già la parola “grilliAni” dovrebbe far capire al malcapitato che si tratta di una presa in giro ma, se così non fosse (un errore di battitura è pur sempre possibile), la citazione del disegno di legge è deliziosa:

L’allievo, già formato per 5 anni precedenti dal nucleo degli insegnanti, non necessiterà di ulteriore verifica delle sue capacità culturali ed educative. La sua idoneità al conseguimento della Maturità verrà stabilita in base all’esperienza scolastica completa, ovvero verranno evitati equivoci tipici dello stress in sede di esami, stato psichico deleterio e solitamente aggravato dalla presenza di membri esterni giudicanti che non conoscono la storia del singolo individuo.”

Urla ancora di più “bufalaaa!” la conclusione:

“Il Presidente del Comitato Studentesco Nazionale (CSN), Elia Cirroneo ha dichiarato con un comunicato stampa delle 20,00 di ieri sera: “Si ringrazia il Ministro dell’Insegnamento Individuale, On. Paolo Garrupe per aver lottato per il raggiungimento di questo grande obiettivo.””

Premesso che il CSN non esiste, come dovrebbero sapere gli studenti universitari (l’organo di rappresentanza degli universitari presso il ministero si chiama infatti CNSU), e che Elia Cirroneo è un personaggio di fantasia inventato per l’occasione, solo una persona che non ha mai letto un giornale all’infuori della rubrica sportiva potrebbe credere che esista un “Ministero dell’Insegnamento Individuale”, retto peraltro da un mai sentito Paolo Garrupe…

Cari utonti, lo ribadiamo: se vedete girare una notizia sorprendente sui social network, per prima cosa provate a fare qualche verifica in autonomia. Molto probabilmente, scoprirete che si tratta di una bufala. Verificate, prima di condividere o di indignarvi (e se vi va segnalatecela), anziché comportarvi da utonti 😉

PS: la nostra battaglia contro le bufale non finisce qui: continuate a seguirci!

Annunci

3 thoughts on “L’irresistibile fascino delle bufale #2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...