La Tunisia si dà una nuova costituzione (laica)

L’ultima volta che, in questo blog, abbiamo parlato di Tunisia, è stato parecchio tempo fa: era l’agosto 2012 e, in quei giorni, molte donne tunisine scendevano in piazza contro l’intenzione di definire la donna “complementare all’uomo” (quindi, dicevamo, non uguale a lui ma subordinata) all’interno della costituzione.

Da allora, per sintetizzare, la maggioranza islamista ha dovuto ridursi a più miti consigli in conseguenza delle proteste di una delle società più laiche del mondo islamico: e, così, ha preso a scrivere la costituzione insieme alle opposizioni laiche.

Il risultato è notizia di oggi: l’approvazione di una costituzione che, finalmente, riconosce l’uguaglianza tra uomo e donna e, pur definendo (ahimè) l’Islam religione di Stato, riconosce la libertà religiosa e non consente quell’abominio che va sotto il nome di apostasia e che, spesso, è un grimaldello per zittire tutte le posizioni in disaccordo con la religione dominante.

La laicità, insomma, non è un’estranea nemmeno nel mondo islamico – anche se è merce rara. Chissà che la secolarizzazione non si faccia strada anche ivi, producendo nei prossimi decenni significativi cambiamenti?

Annunci

One thought on “La Tunisia si dà una nuova costituzione (laica)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...