Spagna, marcia indietro del governo su legge antiabortista

Indietro tutta: è questa la linea del governo spagnolo sulla legge antiabortista che era stata proposta a dicembre dell’anno scorso dal Partito Popolare del premier Mariano Rajoy, che avrebbe reso illegale l’aborto in Spagna.

La marcia indietro, dettata dalla forte impopolarità della misura e dalle proteste che ne sono seguite, sembra aver provocato anche le dimissioni del ministro della giustizia. Insomma, se come si osservava una decina di mesi fa “nessuna conquista laica è acquisita per sempre” perché “credenti e clericali continuano a portare avanti le loro battaglie per imporre a tutti, non solo ai credenti, le loro convinzioni religiose o pseudoreligiose”, oggi possiamo dire che la mobilitazione del mondo laico e dell’opinione pubblica può fermare questi tentativi di riportare indietro le lancette della storia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...