Matrimoni: nel 2018 il rito civile ha sorpassato quello religioso

Nel novembre 2013, su questo blog, avevamo dato rilievo alla notizia che nel 2012 i matrimoni civili avevano raggiunto il 40% del totale. Oggi, a sei anni di distanza, Istat ha pubblicato i dati che fanno riferimento ai matrimoni celebrati nel 2018. Ed il dato più eclatante è questo: nel 2018 il numero di matrimoni civili ha superato quello dei matrimoni religiosi.

Che prima o poi questo sorpasso si sarebbe verificato, d’altra parte, lo si poteva facilmente prevedere (come già dicemmo nel 2013) andando a osservare l’evoluzione nel tempo delle percentuali di matrimoni celebrati con rito civile e religioso:La percentuale di matrimoni religiosi celebrati in Italia ammontava, nel lontano 1948, al 98% del totale. Percentuale mantenutasi pressoché invariata per oltre 20 anni. Il primo calo si verificò nel 1972, anno in cui i matrimoni religiosi passarono dal 96% del 1971 al 92%. Un brusco calo, questo, che probabilmente si spiega con l’approvazione, avvenuta a fine 1970, della legge sul divorzio.

Da allora, i matrimoni religiosi hanno seguito un inesorabile declino: 88% nel 1980, 83% nel 1990, e poi 75% nel 2000 e 64% nel 2010. I dati pubblicati oggi da Istat dicono che nel 2018 i matrimoni civili hanno toccato quota 50,1%, superando per la prima volta i matrimoni religiosi (49,9%).

2 thoughts on “Matrimoni: nel 2018 il rito civile ha sorpassato quello religioso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...